Importi pratiche telematiche

Diritti di segreteria

Le domande e le denunce destinate al Registro Imprese e al Repertorio Economico Amministrativo (REA) sono soggette al pagamento di diritti di segreteria, il cui importo è determinato ed aggiornato con apposito Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico di concerto con il Ministro dell'Economia e delle Finanze.

Imposta di bollo

Le domande di iscrizione e di deposito al Registro Imprese scontano inoltre l’imposta di bollo, fatti salvi i casi di esenzione espressamente previsti dalla legge. Le denunce al REA non sono invece soggette all’imposta.

Bollo assolto in entrata

L'imposta di bollo viene assolta tramite la Camera di Commercio, secondo i seguenti importi, differenziati a seconda del soggetto obbligato:

  • € 17,50 per le imprese individuali;
  • € 59,00 per le società di persone;
  • € 65,00 per le società di capitali.

Nella compilazione della pratica occorre indicare nel campo "modo bollo" il codice "E", riportando gli estremi dell'autorizzazione all'assolvimento virtuale dell’imposta della Camera di Commercio di Sondrio (n. 14806/89 del 05/01/1990, 3989/01 del 02/02/2001).

Bollo assolto mediante M.U.I.

Il Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze 22/02/2007 ha introdotto una nuova tariffa per gli atti propri delle società, rogati, ricevuti o autenticati dai notai o da altri pubblici ufficiali da sottoporre a registrazione mediante procedure telematiche. In questi casi è previsto il pagamento di un importo forfettario, comprensivo anche della copia dell'atto e della domanda da presentare al Registro Imprese.
Nella compilazione della pratica occorre indicare nel campo "modo bollo" il codice "O", riportando la dicitura "imposta di bollo assolta ai sensi del Decreto 22/02/2007 mediante M.U.I. (Modello Unico Informatico)".

Scontano in ogni caso l'imposta di bollo in entrata i seguenti atti:

  • cessione quote di srl;
  • trasferimento di azienda;
  • procure.

Bollo esente

Sono esenti da bollo:

  • le denunce al REA (es. inizio attività di società, apertura di unità locali);
  • le comunicazioni di inizio attività successive alla costituzione (iscrizione come inattiva) di impresa individuale;
  • le denunce presentate da soggetti "only REA" (associazioni, fondazioni ecc.);
  • le pratiche di Comunicazione Unica destinate esclusivamente ad altri Enti (Agenzia Entrate, INPS, INAIL, SUAP) che non comportino adempimenti al Registro Imprese o al REA;
  • gli atti e le relative istanze presentati dalle cooperative sociali;
  • gli atti delle start up innovative iscritte nella sezione speciale.

Impostazione dei diritti e bolli in fase di invio della pratica

Gli importi dei diritti di segreteria e dell’imposta di bollo devono essere correttamente imputati dall’utente in fase di predisposizione e spedizione della pratica.
L’utente deve altresì indicare nel campo “modo bollo” di ogni pratica la modalità di assolvimento dell’imposta (o l’eventuale esenzione).
Al fine di agevolare l’individuazione degli importi dovuti, si riporta una tabella di sintesi dei diritti di segreteria e dell’imposta di bollo previsti per tipologia di adempimento. Per particolari casistiche ed approfondimenti, si rimanda a quanto riportato nelle singole schede disponibili su SARI - Supporto Specialistico Registro Imprese.
In caso di annullamento/rigetto della domanda/denuncia, gli importi già corrisposti non vengono restituiti.

Ultimo aggiornamento 27/11/2023

Riferimenti Anagrafe camerale (Registro Imprese - SUAP)