Autoriparazione

Che cos'è

Rientrano nell'attività di autoriparazione tutti gli interventi di sostituzione, modificazione e ripristino di qualsiasi componente, anche particolare, dei veicoli e dei complessi di veicoli a motore ivi compresi ciclomotori, macchine agricole, rimorchi e carrelli, adibiti al trasporto su strada di persone e cose, nonché l'installazione sugli stessi di impianti e componenti fissi.

Non rientrano nell'attività di autoriparazione le attività di lavaggio, rifornimento di carburante, di sostituzione di filtri aria, filtri olio, olio lubrificante e altri liquidi lubrificanti o di raffreddamento.

Dal 5 gennaio 2013, a seguito dell'entrata in vigore della L. 224/2012, l'attività di autoriparazione si suddivide in tre sezioni:

  • meccatronica (ex meccanica-motoristica ed elettrauto);
  • carrozzeria;
  • gommista.

Soggetti abilitati

L’imprenditore (o un responsabile tecnico preposto all’esercizio dell’attività) deve essere in possesso dei requisiti tecnico-professionali di cui all'art. 7 della legge 5 febbraio 1992 n. 122.

Come avviare l'attività

Per intraprendere l'attività di autoriparazione l'impresa deve presentare telematicamente al SUAP territorialmente competente, per ogni sede operativa, SCIA Unica (o Comunicazione di subingresso), utilizzando i nuovi moduli unificati e standardizzati a livello nazionale, da inviare al SUAP tramite Comunicazione Unica, contestualmente alla pratica di inizio attività al Registro Imprese.

Le attività di officine di autoriparazione ad impatto acustico con emissioni superiori ai limiti della zonizzazione comunale, nonché l’attività di riparazione e verniciatura di carrozzerie con emissioni in atmosfera sono soggette a SCIA condizionata e non possono essere iniziate fino al rilascio del relativo nulla osta o autorizzazione. In tali casi, la SCIA deve essere inviata direttamente ed esclusivamente al SUAP, al di fuori del canale Comunica.

Meccatronica

Riqualificazione imprese già attive al 5 gennaio 2013

Entro il 5 gennaio 2023(*) i responsabili tecnici abilitati per una sola delle sezioni meccanica-motoristica o elettrauto devono estendere la propria abilitazione all'intero settore della meccatronica, attraverso uno dei percorsi di seguito indicati:

  • frequenza con esito positivo di apposito corso regionale di formazione professionale;
  • rivalutazione del titolo di studio posseduto (i requisiti tecnico professionali per l'esercizio dell'attività di autoriparazione sono disponibili all'interno del SARI).

(*) Termine prorogato dall'art. 1132 della legge 27 dicembre 2017, n. 205 (legge di bilancio 2018).

I responsabili tecnici, anche se titolari di impresa, che abbiano compiuto 55 anni di età alla data del 5 gennaio 2013, possono proseguire l'attività senza necessità di alcun percorso di riqualificazione, fino al compimento dell’età prevista, ai sensi della disciplina vigente in materia, per il conseguimento della pensione di vecchiaia.

Tutti gli altri soggetti che non estenderanno la propria abilitazione, entro il termine e secondo i percorsi indicati, non potranno continuare l’attività.

Le imprese che devono regolarizzare la propria posizione Registro Imprese presentano, unitamente agli usuali modelli di denuncia (I2, S5 e/o UL), i modelli sotto riportati, indicando, a seconda del percorso di riqualificazione del responsabile tecnico:

  • nel quadro G NOTE, gli estremi dell’attestato di frequenza con esito positivo del corso;
  • nel quadro E1, gli estremi del titolo di studio positivamente rivalutato.

Modulistica REGIONALE utilizzabile  ESCLUSIVAMENTE PER LA RIQUALIFICAZIONE ALLA SEZIONE MECCATRONICA:

  • Segnalazione certificata di inizio attività di autoriparazione e dichiarazione del possesso dei requisiti: Requisiti/122L
  • Dichiarazione sostitutiva di certificazione antimafia persone fisiche: Intercalare Antimafia/L

Informativa privacy

Istruzioni

I contenuti del PRONTUARIO IMPRESE DI AUTORIPARAZIONE, organizzati in schede informative e schede di approfondimento per la compilazione delle pratiche, sono disponibili all’interno del nuovo strumento di assistenza online SARI - Supporto Specialistico Registro Imprese.

Ultimo aggiornamento 29/03/2021