Registro pile e accumulatori

Il D.Lgs 20 novembre 2008, n. 188, pubblicato sulla G.U. n. 283 del 3.12.2008 - Suppl. Ordinario n. 268, prevede l'istituzione presso il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare del Registro nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento dei sistemi di gestione dei rifiuti di pile e accumulatori.

All'interno di tale registro è prevista una sezione relativa ai sistemi collettivi istituiti per il finanziamento della gestione dei rifiuti di pile e accumulatori.
La legge precisa che il produttore di pile e accumulatori può immettere sul mercato tali prodotti solo a seguito di iscrizione telematica presso la Camera di commercio di competenza.

Obbligo di iscrizione al Registro pile e accumulatori

E' considerato produttore e deve iscriversi al registro chiunque immetta sul mercato nazionale per la prima volta a titolo professionale pile o accumulatori, compresi quelli incorporati in apparecchi o veicoli, a prescindere dalla tecnica di vendita utilizzata, comprese le tecniche di comunicazione a distanza definite agli articoli 50, e seguenti, del D. Lgs. 6 settembre 2005, n. 206, di recepimento della direttiva 97/7/CE riguardante la protezione dei consumatori in materia di contratti a distanza.

Sono tenuti all'iscrizione:

  • produttori nazionali
  • produttori non residenti nel territorio nazionale
  • sistemi collettivi di finanziamento.

A fronte dell'iscrizione le imprese devono versare:

  • la tassa di concessione governativa (168,00€) sul c/c postale n. 8003 intestato a Agenzia delle Entrate - Ufficio di Roma 2 - Centro Operativo Pescara - Tasse concessioni governative (codice causale 8617 "altri atti")
  • l'imposta di bollo di 16,00€.

Non è previsto alcun diritto di segreteria ma l'iscrizione è assoggettata al pagamento di un corrispettivo annuale da determinarsi con decreto del Ministro dell'ambiente (ad oggi non ancora emanato).

Le imprese possono trasmettere le pratiche, con firma digitale dotata di certificato di autenticazione, tramite il portale impresainungiorno. Nell'area news del sito http://www.registropile.it sono disponibili i manuali operativi.

La mancata registrazione comporta l'applicazione di sanzioni amministrative: il produttore che immette sul mercato pile o accumulatori senza essersi iscritto presso la Camera di Commercio, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 30.000 ad € 100.000.

Comunicazione annuale

I produttori registrati sono tenuti alla comunicazione annuale dei dati relativi alle pile e accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno precedente, suddivisi per tipologia, entro il 31 marzo di ogni anno.
Non è previsto il versamento di alcun diritto di segreteria.
Il produttore che non comunica i dati entro il 31 marzo di ogni anno o li comunica in maniera inesatta o incompleta è è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 2.000 ad € 20.000

Sul sito www.registropile.it nell'area Manuali, è presente il manuale per la presentazione della comunicazione.

Ultimo aggiornamento 18/03/2021