Attestato di libera vendita

Avviso

In considerazione dell'attuale stato di guerra tra Federazione russa e Ucraina e in attesa di conoscere nel dettaglio le sanzioni che saranno adottate dall'Unione Europea, è sospeso, in via preventiva e temporanea, il rilascio dei carnet ATA per merci destinate nei Paesi in questione.
Per quanto riguarda i documenti per l’estero rilasciati dalla Camera di Commercio, non vi è attualmente un divieto generale sull'esportazione e, pertanto, non vi sono restrizioni nel rilascio di certificati di origine, visti e attestati per operazioni dirette verso la Federazione russa. Tuttavia è necessario integrare le pratiche di richiesta di documenti per l'export con una specifica dichiarazione che evidenzi che:

  • i beni in esportazione verso la Federazione Russa non rientrino tra quelli assoggettati alle restrizioni all’esportazione, secondo le disposizioni previste dalla normativa dell’Unione Europea;
  • i soggetti destinatari di tali beni non rientrino tra quelli designati dalla normativa dell’Unione Europea quali destinatari di sanzioni.

Di seguito è disponibile un facsimile della dichiarazione richiesta, da riportare su carta intestata dell'impresa. 
Informazioni ed aggiornamenti sulle limitazioni agli scambi in vigore sono disponibili sul portale Worldpass.

Che cos’è e a chi interessa

L’attestato di libera vendita è il documento che attesta che la merce, destinata ad essere esportata in un certo paese, è in libera vendita nel mercato italiano ed europeo e, quindi, conforme ai controlli e alla legislazione in materia. 

L’attestato di libera vendita non rappresenta un’autorizzazione alla commercializzazione, ma una presa d'atto che il prodotto è già commercializzato nel territorio dell'Unione Europea e non è sostitutivo delle certificazioni rilasciate dal Ministero della Salute per alcune specifiche categorie merceologiche (tra le quali: dispositivi medici e medico diagnostici in vitro, prodotti cosmetici, prodotti biocidi, presidi medico chirurgici, integratori alimentari, alimenti addizionati, formule lattanti, alimenti senza glutine, latti di crescita, alimenti a fini medici speciali, medicinali, prodotti e animali assoggettati alla certificazione sanitaria per l'esportazione e altri prodotti che ricadono nella competenza di certificazione medico sanitaria o fitosanitaria).

L’attestato di libera vendita può essere richiesto dalle imprese con sede legale o unità locale in provincia di Sondrio che operano con l’estero.

Come richiederlo

L’attestato di libera vendita deve essere richiesto telematicamente attraverso l’applicativo Cert’O (consulta la pagina dedicata per tutte le informazioni preliminari), utilizzato anche per le richieste dei certificati di origine

Affinché la procedura vada a buon fine, è necessario allegare i seguenti documenti:

  • Modulo di richiesta
  • Foglio aggiunto (per altri prodotti/beni)
  • Elenco dei principali clienti italiani e stranieri
  • Copie di fatture di vendita in Italia/UE, degli ultimi tre mesi
  • Copia autorizzazione alla commercializzazione o certificazione rilasciata dall’Autorità competente (quando prevista)
  • Elenco prodotti/beni in inglese (per attestati in doppia lingua)

Costi e tempistiche

L’attestato di libera vendita viene rilasciato normalmente entro i due giorni lavorativi successivi alla richiesta. I diritti di segreteria sono pari a € 3,00 per ogni attestato.

Riferimenti:
U.O. ANAGRAFE CAMERALE
SEDE DI SONDRIO
tel 0342 527111
email: commercio.estero@so.camcom.it
PEC: registro.imprese@so.legalmail.camcom.it
SEDE DI DUBINO
tel 0342/687158
email: dubino@so.camcom.it

Ultimo aggiornamento 17/03/2022