telefono  0342 527111     PEC cciaa@so.legalmail.camcom.it   

     

Deposito telematico

Che cos'è il deposito telematico

Il Deposito telematico è uno strumento web messo a disposizione dalla Direzione Generale per la Tutela della Proprietà Industriale - Ufficio Italiano Brevetti e Marchi(MISE-DGTPI-UIBM) per permettere ai cittadini e alle imprese il deposito telematico (in alternativa alla presentazione presso la Camera di Commercio) di:

  • domande di brevetto industriale per invenzioni e modelli di utilità e nuove varietà vegetali;
  • domande di registrazione di disegni e modelli e di marchi di impresa;
  • certificati complementari di protezione CCP, CCPF, delle topografie dei prodotti a semiconduttori;
  • convalide in Italia delle traduzioni delle domande e dei brevetti europei e delle istanze connesse a dette domande;
  • rinnovi dei marchi.

Come depositare

Per utilizzare il servizio di deposito telematico occorre:

  • essere in possesso di un dispositivo di firma digitale;
  • registrarsi sul portale MISE-DGTPI- Ufficio Italiano Brevetti e Marchi e seguire le istruzioni presenti sul sito;
  • verificare che la dotazione del computer sia adeguata alla nuova piattaforma tramite le FAQ (selezionabili dal menù a sinistra).
  • Verificare sempre nelle FAQ il prospetto dei diritti e delle tasse.

Chi può depositare

Il deposito di una domanda o istanza può essere presentato dal diretto interessato o tramite un rappresentante iscritto all'Ordine dei Consulenti in Proprietà Industriale (Mandatario) o all'Ordine degli Avvocati.

Vantaggi

  • Trasmetti le domande di marchi e brevetti direttamente dal tuo ufficio, da casa o dal luogo più comodo senza doversi recare presso gli sportelli camerali;
  • Puoi inviare le domande anche in giorni e in orari diversi rispetto a quelli apertura al pubblico degli sportelli. Il servizio telamatico è disponibile tutti i giorni feriali dalle ore 8.00 alle ore 19.00.

Deposito in modalità "Fast Track"

Il deposito delle domande di marchio in modalità "Fast Track" è finalizzato ad accelerare la successiva fase di esame e a consentire, in assenza di rilievo, la pubblicazione sul bollettino entro i successivi 7 giorni dalla data di deposito.
Per sapere di più, è possibile consultare la relativa circolare