Iscrizione domicilio digitale (pec)

Iscrizione domicilio digitale (pec)

Entro il 1° ottobre 2020 tutte le imprese che già non lo avessero fatto, hanno dovuto comunicare il proprio domicilio digitale al Registro delle Imprese competente per territorio.
Tale obbligo si estendeva a tutte le imprese, costituite in forma societaria o individuale (non soggette a procedura concorsuale), già iscritte al Registro delle imprese, che non avevano ancora comunicato il proprio indirizzo PEC (ora domicilio digitale), o il cui domicilio digitale era stato cancellato d’ufficio oppure, seppur dichiarato, era inattivo.

Caratteristiche delle PEC da iscrivere al Registro Imprese

La casella PEC da iscrivere al Registro Imprese deve essere:

  • attiva;
  • unica: non deve risultare assegnata ad altro soggetto;
  • univoca: non deve essere riferibile ad altri soggetti che non siano la stessa impresa; non sono legittimamente iscrivibili gli indirizzi Pec di professionisti, studi di consulenza, associazioni di categoria messi a disposizione di uno o più clienti.

Costi

La comunicazione e le eventuali successive variazioni dell’indirizzo di posta elettronica certificata sono esenti da diritti, bolli e tariffe.

Sanzioni per la mancata comunicazione

La mancata comunicazione comporta l'assegnazione d'ufficio di un nuovo domicilio digitale e l’irrogazione della sanzione amministrativa prevista dall’art. 2630 del codice civile, in misura raddoppiata, per le società (cioè da 206,00 a 2.064,00 euro), o di quella indicata dall’art. 2194 del codice civile, in misura triplicata, per le imprese individuali (cioè da 30,00 a 1.548,00 euro).

Lo prevede l'art. 37 del DL 16 luglio 2020, n. 76 (c.d. Decreto Semplificazioni), convertito con modifiche dalla legge 11 settembre 2020, n. 120 (GU n.228 del 14/09/2020 - Suppl. Ordinario n. 33).

Cerca e verifica la validità della pec iscritta al Registro Imprese 

Come iscrivere la PEC al Registro Imprese

È possibile iscrivere la PEC al Registro Imprese in queste modalità:

  • se sei il titolare di un’impresa individuale o il legale rappresentante di una società, e sei in possesso di un dispositivo di firma digitale, puoi servirti della procedura “Pratica semplice”;
  • se sei un utente registrato di registroimprese.it/Telemaco e già invii pratiche di Comunicazione Unica, puoi utilizzare la procedura Comunica Starweb;
  • puoi adottare una delle principali soluzioni di mercato per la compilazione e l'invio delle pratiche telematiche;
  • puoi rivolgerti ad un intermediario, come la tua organizzazione imprenditoriale o il tuo professionista di fiducia.

Controlli sulle PEC iscritte al Registro Imprese

L’Ufficio del Registro Imprese di Sondrio compie periodicamente verifiche complessive sulla regolarità delle PEC iscritte, dando avvio, in caso di esito negativo del controllo, al procedimento di cancellazione d’ufficio degli indirizzi irregolari mediante invito a riattivare la casella, se scaduta, o a comunicare un nuovo indirizzo univoco, valido ed attivo.

In considerazione dell’elevato numero di posizioni coinvolte, la comunicazione agli interessati viene effettuata - a norma dell’art. 8, comma 3, della L. 241/90 - mediante pubblicazione di appositi avvisi di avvio del procedimento all’Albo online della Camera di Commercio di Sondrio.

Decorso il termine di 30 giorni dalla pubblicazione, il Registro Imprese verifica che l’impresa/società interessata abbia regolarizzato la propria posizione; in caso contrario, procede alla cancellazione d’ufficio dell'indirizzo di posta elettronica certificata irregolare.

A seguito della cancellazione della PEC e sino ad avvenuta comunicazione di un indirizzo PEC valido ed attivo, l’impresa si vedrà sospendere – e, infine, rifiutare - qualsiasi domanda dovesse presentare al Registro Imprese.

Ultimo aggiornamento 30/03/2021