telefono  0342 527111     PEC cciaa@so.legalmail.camcom.it   

     

al servizio delle imprese

Autoriparatori

Nuova modulistica nazionale

Dal 20 ottobre 2017 le Amministrazioni comunali hanno l’obbligo di pubblicare sui loro siti istituzionali e sulle piattaforme telematiche di riferimento i nuovi moduli unificati e standardizzati a livello nazionale per l’avvio dell’attività di autoriparazione, secondo quanto previsto dai Decreti Legislativi 126 e 222 del 2016 (c.d. Decreti Madia) e approvati in sede di Conferenza Unificata Stato Regioni del 6 luglio 2017.

L’applicativo impresainungiorno.gov.it è aggiornato con il nuovo adempimento; pertanto gli uffici SUAP potranno  ricevere segnalazioni certificate di inizio attività di autoriparazione integrate con gli aspetti di competenza camerale.

L'attività infatti di requisiti tecnico-professionali e morali, previsti dalla normativa di settore (art.7 L. 122/92), la cui verifica continua ad essere di competenza delle Camere di commercio.

Le imprese della Lombardia dovranno compilare la scia  per l’avvio dell'attività  sui portali SUAP in modalità “contestuale”,  vale a dire con la Comunicazione Unica,  cioè assieme  alla pratica di inizio attività presso il Registro delle imprese.

Trattandosi quindi una SCIA UNICA non sarà più ammissibile l’invio e conseguente recepimento da parte del SUAP della sola Scia senza l’avvio contestuale comunicato al Registro imprese.

Parimenti il Registro delle imprese considererà prive di effetti giuridici i soli modelli di avvio RI-REA non integrati con la Scia Unica, rifiutando le istanze prive di esse.

La  data di inizio attività dovrà essere la data di presentazione della segnalazione certificata-scia.

La ricevuta di posta elettronica certificata che attesta l’avvenuta consegna al SUAP costituisce titolo per l’immediato avvio dell’attività imprenditoriale di autoriparatore.

Il SUAP riceverà la Scia Unica per il tramite della Comunica e sarà tenuto ad inoltrarla agli Enti competenti, tra i quali figurerà la stessa Camera di commercio nella sua nuova veste di Ente terzo, per i controlli sui requisiti previsti dalla normativa.

L’ufficio registro imprese  verificherà la coerenza tra i contenuti della Scia e quanto comunicato nella modulistica registro imprese, con particolare riferimento a sede dell’impianto produttivo, settori di attività e requisiti morali e tecnico-professionali auto dichiarati.

Questo nuovo percorso non trova applicazione per il regime amministrativo della Scia Condizionata/Autorizzazione (ad esempio per le carrozzerie, vedasi Allegato A dell’Accordo Conferenza Unificata pagg. 91-92). Ad oggi per tale casistica la pratica registro imprese di avvio dell’attività sarà ancora necessariamente successiva al perfezionarsi del rilascio dell’atto di assenso o del titolo autorizzatorio.

UO ANAGRAFE CAMERALE

tel 0342 527111  fax 0342 527238
email: registro.imprese@so.camcom.it
PEC: registro.imprese@so.legalmail.camcom.it